+39 0438 903326

Assistenza Telefonica

+39 3283991894

Assistenza Whatsapp

Lun - Ven: 9:00 - 19:00

Store Online sempre aperto

+39 0438 903326

Assistenza Telefonica

+39 3283991894

Assistenza Whatsapp

mamma_che_allatta

Allattamento al seno, cosa ti aspetti?

Tutto quello che dovresti sapere sull’allattamento al seno.

 

L’allattamento al seno è il gesto più naturale del mondo che talvolta però può non essere facile né immediato.

Il latte materno è anche la scelta più giusta per la salute e la crescita del bambino.

Se hai appena partorito, se stai per diventare mamma o lo desideri diventare al più presto, allora queste righe di blog sono proprio per te.

 

Il 90% delle future mamme si dice propenso all’allattamento al seno, però problemi come mastiti, ragadi, difficoltà di crescita del bambino, ostacolano il naturale percorso.

La preparazione all’allattamento dovrebbe iniziare ancora prima del parto, con una serie di informazioni che aiutano ad affrontare al meglio gli inconvenienti dell’allattamento al seno.

 

Perché il latte materno è l’alimento per eccellenza per la crescita nei primi mesi di vita?

  • Il latte materno è specifico per i bambini.
  • Si adatta alle esigenze del lattante. Infatti è più zuccherino all’inizio e grasso e denso alla fine.
  • Il latte materno protegge da virus e batteri.
  • È ricco di anticorpi che rafforzano il sistema immunitario del bambino.
  • Previene l’obesità.
  • L’allattamento rafforza il rapporto madre-figlio.

I primi giorni sono sempre i più difficili, a volte, la montata lattea non arriva e lo sconforto prende il sopravvento.

Ma devi sapere che il 99% delle donne è fisiologicamente in grado di allattare.

 

Come va attaccato al seno  il neonato?

  • La bocca deve essere ben aperta e le labbra estroflesse.
  • Oltre al capezzolo, il bambino ha in bocca gran parte dell’areola.
  • Il mento del bambino è a contatto con la mammella.
  • Prima il neonato si attacca al seno, meglio è. Le prime poppate sono ricche di colostro, un siero che viene secreto prima dell’arrivo della montata lattea ed è ricco di anticorpi.
  • Favorisci l’allattamento a richiesta del bambino ( tutte le volte che vuole e per tutto il tempo che vuole).
  • Quando il bebè dorme, dormi anche tu. Approfitta del suo riposo per riposarti. Questo farà si che sarai più rilassata e disponibile nei suoi confronti.
  • Evita la doppia pesata, prima e dopo la poppata. È solo fonte di ansia.

 

Quali sono i problemi più comuni che interferiscono con l’allattamento?

Ragadi

Sono piccoli tagliati o abrasioni sul capezzolo che provocano dolore e fastidio quando il neonato si attacca al seno. Talvolta arrivano anche a sanguinare.

Le ragadi si prevengono solo attaccando correttamente il bambino.

Per alleviare il fastidio delle ragadi:

  • Prima di attaccare il bambino, massaggiare il seno per qualche minuto per poter facilitare il flusso di latte. In questo modo il bambino non avrà bisogno di succhiare con forza.
  • Dopo la poppata spremere qualche goccia di latte e lasciarla asciugare sul capezzolo. Il latte materno ha potere cicatrizzante e antibatterico.
  • Non utilizzare coppette assorbivate ma lasciare il seno più scoperto possibile.

L’ingorgo mammario

Spesso durante le prime settimane può accadere che il seno appaia gonfio, duro e dolente al tatto.

A volte, questi sintomi vengono accompagnati da febbre inferiore ai 38 gradi.

Questo accade perché la produzione di latte è superiore a quella che il piccolo riesce a succhiare.

La soluzione sta nell’allattare spesso il bambino e nel fare delle spugnature con acqua tiepida/ calda prima della poppata. Il calore aiuta a fluidificare il latte.

La mastite

Si presenta con sintomi simili a quelli dell’ingorgo mammario ma in questo caso la febbre è superiore ai 38 gradi. Inoltre si avverte un senso di spossatezza generale.

Generalmente viene causata da:

  • Infiammazione di natura meccanica. Attacco del bambino scorretto, uso di reggiseni che stringono eccessivamente.
  • Infezioni batteriche.

Cosa fare in caso di mastite?

  • Aumentare la frequenza delle poppate per fare in modo che il seno si svuoti ( va bene anche aiutarsi con un tiralatte).
  • Applicare dei panni caldi prima della poppata.
  • Dopo la poppata alleviare il fastidio con dei panni freddi.
  • Lenire il dolore con degli antidolorifici
  • Il medico, eseguita la visita, può prescrivere degli antibiotici.

 

Scopri il kit MAMMA in allattamento, con dei prezzi davvero speciali:

INTEGRATORI, CLICCA QUI 

SMAGLIATURE, CLICCA QUI 

TIRALATTE, CLICCA QUI 

SACCA CONSERVAZIONE LATTE MATERNO, CLICCA QUI 

 

 

Se hai difficoltà nell’allattamento e desideri avere un parere di un’esperta, clicca qui per vistare il sito di Leche League Italia, un’associazione di volontariato che ti darà supporto.

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
CIAO