fbpx
pulci-zecche-cani-rimedi

ZECCHE, PULCI E PAPPATACI UN PERICOLO PER I TUOI AMICI ANIMALI

Come prevenire punture e morsi pericolosi. Scegli gli antiparassitari più adatti.

I parassiti esterni che più comunemente coinvolgono i nostri amici animali sono pulci, zecche e pappataci.

In questo articolo ti voglio aiutare a capire meglio cosa sono, come prevenire gli effetti negativi delle loro punture o morsi e come intervenire per evitare spiacevoli conseguenze.

Pulci, conoscerle e prevenirle.

Le pulci sono molto comuni sia nel cane che nel gatto. Le pulci sono minuscoli insetti parassiti che succhiano il sangue degli animali per riprodursi.

Che caratteristiche hanno?

  • Sono piccolissime, hanno un corpo piatto dalla grandezza di circa 2-3 millimetri;
  • Sono di colore rosso scuro/ marrone;
  • Non hanno ali ma 6 zampetta che permettono loro di saltare fino a 30 centimetri in altezza;
  • Difficilmente si vedono tra il manto peloso, è più facile scorgere le loro feci tra il pelo.

Quali effetti hanno le pulci

Il prurito è il primo campanello d’allarme della presenza di questi parassiti, che risulta davvero fastidiosa.

Ma possono provocare molto altro:

pulci-cane-rimedi-parassiti

Che ciclo vitale hanno le pulci?

Le pulci adulte vivono e si accoppiano sul pelo; depongono le uova prevalentemente di notte. Le uova cadono a terra, nell’ambiente in cui l’animale vive (dunque anche ambienti interni alla casa), dove poi si schiudono liberando le larve. Ogni pulce è in grado di produrre e deporre migliaia di larve nell’arco della propria vita.

Le larve si nutrono degli escrementi delle pulci adulte. Il ciclo di vita totale è di 2-3 settimane per tutto l’anno, se l’animale vive all’interno dell’ambiente domestico. Il riscaldamento infatti aiuta le pulci a trovare un habitat ideale.

In che modo si possono prevenire le pulci?

Un buon consiglio per la prevenzione delle pulci è la pulizia della cuccia, tenere ben puliti i pavimenti, aspirare regolarmente divani e tappeti. Anche il pelo dell’animale va controllato con frequenza.

Sicuramente l’azione più sicura è utilizzare dei buoni prodotti antiparassitari specifici in grado di agire sia sulle pulci adulte che sulle larve. Un’adeguata protezione dipende anche dall’uso regolare di questi prodotti.

Si possono scegliere dei prodotti spot on da applicare direttamente sulla cute, sia collari antiparassitari.

SCOPRI DI PIU’ SUGLI ANTIPARASSITARI

Zecche, cosa sono e come toglierle

Le zecche sono dei parassiti esterni che possono trasmettere molte malattie ai pet.

Fanno parte della stessa classificazione dei ragni, acari e scorpioni. Il corpo tondeggiante e il capo, non distinguibile dal corpo, è munito di apparato boccale.

Grazie al loro apparato boccale, sono in grado di attaccarsi saldamente alla cute dell’animale per succhiare il suo sangue.

Le dimensioni varino da 1 mm fino a 1 centimetro.

Rimangono appostate all’estremità delle piante, rami, cumuli di legna e, grazie ai loro organi sensoriali, individuano tracce di gas, come l’anidride carbonica, emessa dagli animali a sangue caldo.

Al passaggio dell’animale, o dell’uomo, si lasciano cadere sul manto peloso, o sui vestiti, per poi aggrapparsi alla cute con un morso.

E’ a causa del loro morso che vengono trasmessi vari microrganismi capaci di provocare varie malattie.

Quali malattie vengono trasmesse dalle zecche?

zecche-cane-rimedi-effetti

Come prevenire l’attacco delle zecche

  • Indossare abiti chiari, pantaloni lunghi e cappello.
  • Evitare di toccare l’erba lungo i sentieri e non addentrarsi dove l’erba è alta.
  • Trattare l’animale con sostanze specifiche repellenti prima dell’escursione.
  • Esistono in commercio anche spray repellenti adatti all’uomo.
  • Spazzolare l’animale dopo le passeggiate.
  • Sbattere i vestiti prima di entrare in casa.

Come rimuovere una zecca. Cosa fare e soprattutto non fare

NON utilizzare alcol, benzina, ammoniaca, trielina, olio o grassi.

E’ bene invece afferrare la zecca con una pinzetta e rimuoverla tirando dolcemente, cercando di ruotare durante l’estrazione.

  • Durante l’estrazione non bisogna schiacciare il corpo della zecca per evitare il rigurgito e l’aumento di trasmissione di agenti patogeni.
  • Rimuovere il rostro con un ago sterile.
  • Disinfettare la cute prima e dopo la rimozione evitando i disinfettanti colorati.
  • Usare sempre dei guanti per proteggere le mani.
  • Dopo la rimozione effettuare la profilassi antitetanica.
  • Distruggere la zecca, possibilmente bruciandola.

Repellenti per le zecche

La miglior forma di prevenzione sarebbe utilizzare un repellente per le zecche. Gli animali domestici andrebbero trattati con un repellente già dalla fine di febbraio/ primi di marzo fino al mese di novembre.

E’ indicato scegliere un antiparassitario che abbia anche un’azione repellente, spot on e/o collare.

SCOPRI DI PIU’ SUGLI ANTIPARASSITARI

Flebotomi o Pappataci, cosa sono?

I flebotomi o pappataci sono inetti molto piccoli 2-3 mm di lunghezza, con ali grandi e zampe fini ricoperte da peluria. Assomigliano molto alle zanzare per abitudini e caratteristiche.

Sono le femmine che succhiano il sangue dei nostri amici pelosi, cosi facendo possono procedere alla riproduzione.

Pappataci e leishmaniosi

I pappataci, attraverso il loro apparato boccale, trasmettono il microrganismo della Leishmania Infantum, responsabile della Leishmaniosi canina, una malattia molto grave.

I pappataci sono attivi soprattutto durante le ore serali e durante le notti della stagione calda. Nei cani esposti ala trasmissione del parassita, l’infezione si manifesta:

  • Linfonodi ingrossati.
  • Ingrossamento di fegato e milza
  • Insufficienza renale
  • Dolori diffusi
  • Zoppie
  • Anemia
  • Febbre
  • Congiuntivite

Dove vivono i pappataci

In Italia solo alcune zone sono considerate endemiche come le coste (tirrenica, adriatica e ionica), il centro sud e le isole, dove il clima più caldo favorisce questi piccoli insetti.

Non mancano però nuovi focolai anche al nord e in aste aree collinari.

Sono distribuiti irregolarmente su tutto il territorio nazionale tra il mare e gli 800 mt di altitudine.

Come tenere lontano i Pappataci dai cani4

  • Limitare le passeggiate nelle ore serali e notturne.
  • Preferibilmente far dormire i nostri amici animali in casa.
  • Utilizzare insetticidi ambientali.
  • Utilizzare prodotti repellenti specifici sui cani.

Al momento la prevenzione rappresenta l’unico modo per proteggere il cane. Alcuni antiparassitari sotto forma di spray e collari, oltre ad essere attivi prevenire zecche e pulci, hanno anche un potere repellente nei confronti di zanzare e pappataci.

SCOPRI DI PIU’ SUGLI ANTIPARASSITARI

Farmacia La Piave